Flagello

L'odio per gli umani

Appena toccata terra, il gruppo capisce di non essere ben visto all’interno di Lungacosta. La parte sud del villaggio presenta case rotte, abbattute o abbandonate, mentre in lontananza la cosa sembra essere migliore, con navi grandi ancorate e case intatte.

Raggiunta una locanda, capiscono che non รจ presente alcun essere umano in questo luogo, e che anche i mezzi umani, come il mezz’orco Gordak, vengono additati a vista.
Oltre a tutti i vari mostri presenti, un’elfa attira l’attenzione, presentandosi come priva di emozioni e perfettamente adattata all’ambiente.

Mentre Ryen esce dalla locanda, per investigare su un cadavere visto in un vicolo, il resto del gruppo si mette in mostra affermando di aver distrutto una nave di pirati coboldi, e di aver ucciso il loro capo, un umanoide con le fattezze di un drago.
Notato lo sconvolgimento, Gordak decide di dare il colpo di grazia, mostrando la testa mozzata.

La reazione del “pubblico” non si fa mancare, alzandosi in piedi e minacciando di morte il gruppo. Alle urla “Forse siamo in tempo, uccidiamoli!”, gli avventurieri decidono di difendersi, e dopo una pericolosa rissa, con la locanda data alle fiamme, riescono ad uscire.

Ryen, nel mentre, scopre lungo il vicolo che il cadavere appartiene ad un essere umano, il primo che vedono a Lungacosta. Un pugnale si innalza dalla sua schiena, col simbolo del Dio dell’Assassinio Cyric. Dopo essere riuscito a sfuggire all’agguato di due assassini, innalzandosi in volo grazie alla sua magia, si ricongiunge con il gruppo.

Insieme, decidono di allontanarsi da qui, e cercare un posto meno malfamato in altre zone del villaggio.

Comments

MadLefty MadLefty

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.